Concorso C.I.A. Cinema Itinerante Abusivo

L’arte è comunicazione, qualsiasi forma d’arte ha intrinseco in se’ il dire qualche cosa.

Come associazione abbiamo sempre raccontato le nostre storie attraverso il teatro o la musica, ma quest’anno vogliamo aprire una nuova porta, quella dei cortometraggi.

A dire il vero questo è un grande amore, nato moltissimi anni fa. Mi sono laureata infatti all’accademia in arti multimediali e il video e la video-arte sono rimasti da sempre una mia passione.

Unita all’amore per le immagini in movimento ho coltivato negli anni anche la passione per i luoghi abbandonati e dismessi. Una pratica che ha attratto sempre più persone, curiosi, appassionati di storia e fotografi. Oltre al fascino dei luoghi abbandonati in se’, vi è anche un valore sociale degli spazi, che come sculture dimenticate, raccontano storie.

Dall’unione di queste due passioni nasce il concorso e il progetto C.I.A. Cinema Itinerante Abusivo.

luoghi abbandonati versilia

Cos’è il concorso C.I.A.?

C.I.A. È un concorso di cortometraggi e una riscoperta delle storie nascoste nei luoghi abbandonati della versilia.

Non vuole essere una denuncia, vuole semplicemente raccontare di luoghi che hanno un valore sociale e/o culturale e che per svariati motivi rimangono inermi e abbandonati alle ingiurie del tempo.

Il progetto C.I.A. vuole far rivivere , anche se per pochi istanti, i luoghi abbandonati della versilia, ridandogli, se non altro in video, un momento di lustro.

Come funziona il concorso C.I.A.?

Il concorso funziona in maniera molto semplice. Alla fine di questo articolo troverai la scheda di iscrizione digitale, compilala e inviala. In questo modo avrai il diritto di partecipare all’estrazione di un luogo abbandonato. L’estrazione avverrà l’8 settembre, all’interno della manifestazione #iostoconilcantiere. L’orario e il luogo preciso verranno indicati il giorno prima per messaggio e /o per mail.

Una volta assegnato il luogo quello che serve è la tua creatività. Puoi realizzare un cortometraggio di non più di 10 minuti, compresi i titoli di testa e di coda, dove il luogo abbandonato sia parte integrante e fondante della storia che racconti. Non è importante che sia la storia del luogo stesso, ma qualsiasi storia ti venga in mente. Nella scheda che ti verrà data, vi saranno le indicazioni più importanti.Troverai le principali informazioni storiche, i motivi dell’abbandono, lo stato attuale e in alcuni anche la destinazione futura. Potrai scegliere qualsiasi tema, tranne una video clip musicale o una propaganda politica.

Perché partecipare al concorso C.I.A.?

Perché è un concorso unico nel suo genere, una sfida sotto molti punti di vista.E’ un’occasione per scoprire, sperimentare, mettersi alla prova e trovare nuovi stimoli. E’ un concorso che nasce da delle passioni, che non pretende di essere una piattaforma di lancio verso fama e successo, ma che racchiude l’autenticità e la scoperta di un gruppo di persone che da vent’anni si mettono in gioco, sperimentando, scoprendo e comunicando. Il concorso C.I.A. non è solo un concorso, ma proprio un progetto, che vede l’arte l’ibera di esprimersi, in ogni sua forma.

luoghi abbandonati versilia

Qua puoi scaricare il regolamento completo, oppure puoi leggerlo alla fine dell’articolo.

Per qualsiasi cosa puoi scriverci a saltimbanchi@ichicchiduva.it. Ti risponderemo il prima possibile.

Giorno dopo giorno verranno svelati i luoghi selezionati, la giuria e i premi, sia sul sito che su FB.

MODULO DI ISCRIZIONE
Concorso C.I.A.

Per iscriversi al concorso e avere diritto ad avere l'assegnazione di un luogo compilare il seguente modulo in ogni parte

Nome e cognome

Data di nascita

Città di residenza

Indirizzo

Recapito telefonico

E-mail

Con l'invio dei suddetti dati il Sig./Sig.ra , assumendosene la piena responsabilità, chiede l’iscrizione al Concorso C.I.A. 2018

REGOLAMENTO CONCORSO C.I.A.
La partecipazione al Festival è gratuita.
Scadenza bando 1 ottobre 2018.
Sono ammessi cortometraggi:
- della durata massima di 10 minuti (comprensivi di titoli di testa e di coda)
- di qualunque nazione e in qualsiasi lingua (ma con sottotitoli in inglese e/o in italiano)
- che non siano video musicali, film pubblicitari o industriali o di propaganda partitica
- che siano opere prodotte nel 2018
- che siano legate al luogo abbandonato assegnato
Il progetto C.I.A. Cinema itinerante Abusivo nasce con l'idea di scoprire e rivivere almeno una volta i luoghi abbandonati della Versilia.

1.0 ISCRIZIONE
1.1 Per iscriversi si deve inviare una mail con il form e liberatoria compilato e firmato a : saltimbanchi@ichicchiduva.it con oggetto : CONCORSO C.I.A.
1.2 la data di iscrizione deve avvenire entro l'8 settembre 2018
1.3 Non sono previste quote di partecipazione

2.0 ASSEGNAZIONE DELL'URBEX
2.1 Il giorno 8 settembre 2018 presso il s.a.r.s di Viareggio, verranno assegnati i luoghi abbandonati tramite sorteggio.L’orario verrà indicato a tutti gli iscritti tramite mail o messaggio.
2.2 Per l'assegnazione dei luoghi è necessario essersi iscritti o sul sito o il giorno stesso e aver firmato la liberatoria e il form di iscrizione.
2.3 una volta assegnato il luogo non può essere cambiato
2.4 atti vandalici o il maltrattamento del luogo selezionato saranno motivo di squalificazione dal concorso

3.0 SCADENZE
3.1 il limite massimo per la presentazione del cortometraggio sarà il 31 ottobre 2018

4.0 FORMATO DI PRESENTAZIONE
4.1 Una copia in formato .MOV o MP4 compresso.
4.2 Tre foto a 300 dpi per possibilità di stampa

5.0 MATERIALE DA PRESENTARE
5.2 Tre foto a 300 dpi per possibilità di stampa
5.3 Form di presentazione del cortometraggio
5.4 Liberatoria firmata
5.5 Cortometraggio formato .MOV o .MP4

6.0 CONDIZIONE DI AMMISSIONE DELLE OPERE
6.1 Sono ammesse opere della durata massima si 10 minuti ( comprensivi di titoli di testa e di coda) senza limitazioni riguardanti il genere e le tematiche trattate, tranne che per quanto riguarda il luogo che verrà assegnato tramite sorteggio.
6.2 Potranno partecipare cortometraggi di qualunque nazione e in qualsiasi lingua.
6.3 Si accettano solo opere che siano prodotte a partire dal gennaio 2018
6.4 Ogni autore può partecipare con solo un'opera
6.5 La partecipazione al festival è gratuita
6.6 Non sono ammessi video musicali, film pubblicitari o industriali o di propaganda partitica
6.7 La selezione delle opere verrà svolta dalla Direzione artistica del Festiva e dai membri dell'associazione “i Chicchi d'Uva”
6.8 Il cortometraggio deve essere attinente al luogo assegnato.

7.0 MATERIALI E DIRITTI
7.1 Le opere presentate al concorso entreranno a far parte dell'archivio del Concorso
7.2 L'associazione “I Chicchi d'Uva” si impegna a portare i cortometraggi a più spettatori possibili e ne farà un uso per scopi puramente culturali, legati al progetto C.I.A.
7.3 Le opere non verranno sfruttate commercialmente, a tutela degli interessi dei rispettivi autori e produttori. Per qualsiasi utilizzo, gli autori saranno contattati preventivamente per richiedere la loro espressa disponibilità.
7.4 Il materiale inviato, non verrà restituito.

8.0 ACCETTAZIONE DEL REGOLAMENTO
8.1 La partecipazione al Festival comporta il rispetto del presente regolamento. È responsabilità dei soggetti che presentano l’opera garantire di essere legittimamente autorizzati a iscriverla al Festival. Il Direttore Artistico ha il diritto di dirimere tutti i casi non previsti dal presente regolamento, nonché di derogare al regolamento stesso in casi particolari e ben motivati. L’organizzazione del Festival conserva il diritto di apportare alcuni mutamenti nella struttura del regolamento (date e premi).

9.0 PREMI E GIURIA
9.1 Le decisioni della giuria sono da considerarsi insindacabili
9.2 Non sono ammessi premi ex-equo
9.3 La giuria sarà composta dal consiglio direttivo dell'associazione I Chicchi d'Uva, i membri esterni verranno comunicati in forma definitiva l’8 settembre.
9.4 i premi saranno comunicati in forma definitiva l’8 settembre.

DICHIARAZIONI

Dichiaro di avere letto e accettato il regolamento del concorso in ogni sua parte.
Dichiaro di essere responsabile dell’opera e di essere titolare dei diritti e che questo modulo di iscrizione può considerarsi come “liberatoria per la proiezione” come richiesto dalla SIAE.
Dichiaro che i contenuti del cortometraggio non violano le leggi vigenti e che l'opera non presenta contenuti a carattere diffamatorio. In ogni caso il sottoscritto manleva Il Comitato organizzatore del Concorso C.I.A. ed ogni suo componente, da ogni responsabilità per il contenuto del corto proiettato in pubblico.
Dichiaro di autorizzare il Comitato organizzatore del Concorso del C.I.A., ai sensi della Legge 196/2003 e successive modifiche ed integrazioni, al trattamento anche informatico dei dati personali e ad utilizzare le informazioni inviate per tutti gli usi connessi al Concorso ed alle manifestazioni collegate.
Data e Firma

Una volta assegnato il luogo e realizzato il cortometraggio i seguenti documenti dovranno venir inviati non oltre il 1 ottobre 2018 :

- Tre foto a 300 d,p,i per possibilità di stampa
- Form e liberatoria firmati
- Una copia dell'opera in formato .MOV o .MP4 compresso.

La mancanza degli allegati o la non leggibilità totale o parziale degli stessi, implica l’esclusione dal concorso.

[recaptcha]

luoghi abbandonati versilia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.